call nyala-receptionSeguici sul nostro BlogLa nostra presenza su Facebook con tante offerte
Gian Genta: où allez-vous, la belle ?
Gian Genta: où allez-vous, la belle ?
Dim lights Embed Embed this video on your site

Où allez-vous, la belle?” È domanda ironica che chiama l’entusiastica risposta “alla mostra di Gian Genta,” celebrativa di un’espressione di bellezza che di fatto è firma distintiva di tutta la sua ricca attività artistica.

5 agosto - 5 settembre 2011
Sale d'Arte Nyala

Ho trovato la definizione del Bello, del mio Bello.

È qualcosa di ardente e di triste… una testa seducente e bella,

Una testa di donna, voglio dire, è una testa che fa sognare

Insieme ma in un modo confuso — di voluttà e di tristezza;

Che comporta un’idea di malinconia, di stanchezza, anche di sazietà.

Baudelaire, Diari intimi

 

 

Où allez-vous, la belle?” È domanda ironica che chiama l’entusiastica risposta “alla mostra di Gian Genta,” celebrativa di un’espressione di bellezza che di fatto è firma distintiva di tutta la sua ricca attività artistica. In quest’esposizione l’artista savonese porta l’esultanza creativa del suo temperamento unita al sottile ingegno indagatore nell’espressione dei volti delle giovani donne, nell’essenzialità dei volumi, nell’eleganza delle soluzioni decorative e nel taglio particolarissimo delle belle teste femminili così come in genere in tutta l’opera ceramica ove sempre è evidente un forte intento espressionistico che si traduce in forme raffinatamente arcaizzanti. Sculture straordinarie per maturità di visione, per intensità espressiva di certe semplificazioni plastiche dove l’affettuosa restituzione della verità del soggetto coincide con la preoccupazione della forma preziosamente stilizzata in un bivalente accordo frutto di una sensibilità umana che trasforma i molteplici soggetti iconografici in forme di ideale bellezza non scevre della loro concreta fisicità.

Giorgia Cassini

 

 

 

Gian Genta
Où allez-vous, la belle ?

a cura di Giorgia Cassini

Sale d'Arte
Nyala Suite Hotel
Sanremo

Dal 5 agosto al 5 settembre 2011
tutti i giorni
dalle 9:00 alle 19:00

Ingresso libero